SMART WORKING: 11 RACCOMANDAZIONI PER LAVORARE IN SICUREZZA | Sicurezza Formazione ed Igiene nei luoghi di lavoro - Massa Carrara (Ms)
1905
post-template-default,single,single-post,postid-1905,single-format-standard,cookies-not-set,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
 

SMART WORKING: 11 RACCOMANDAZIONI PER LAVORARE IN SICUREZZA

SMART WORKING: 11 RACCOMANDAZIONI PER LAVORARE IN SICUREZZA

Sono state pubblicate sul sito di AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) alcune raccomandazioni, rivolte ai dipendenti pubblici che hanno adottato la modalità di lavoro agile, per aiutarli a utilizzare al meglio e in sicurezza i propri dispositivi personali (pc, smartphone, tablet) ma che possono essere attuate da tutti coloro che, a causa dell’emergenza in corso, si trovano costretti a lavorare da casa in modalità smart working.

Le raccomandazioni sono state elaborate sulla base delle misure minime di sicurezza informatica per le pubbliche amministrazioni fissate dalla circolare  17 marzo 2017, n. 1/2017 al fine di supportare i lavoratori e sostenerli nel contrastare eventuali attacchi informatici con comportamenti responsabili, anche quando utilizzano dotazioni personali.

Le 11 raccomandazioni per uno Smart working sicuro:

  • Segui prioritariamente le policy e le raccomandazioni dettate dalla tua Amministrazione
  • Utilizza i sistemi operativi per i quali attualmente è garantito il supporto
  • Effettua costantemente gli aggiornamenti di sicurezza del tuo sistema operativo
  • Assicurati che i software di protezione del tuo sistema operativo (Firewall, Antivirus, ecc) siano abilitati e costantemente aggiornati
  • Assicurati che gli accessi al sistema operativo siano protetti da una password sicura e comunque conforme alle password policy emanate dalla tua Amministrazione
  • Non installare software proveniente da fonti/repository non ufficiali
  • Blocca l’accesso al sistema e/o configura la modalità di blocco automatico quando ti allontani dalla postazione di lavoro
  • Non cliccare su link o allegati contenuti in e-mail sospette
  • Utilizza l’accesso a connessioni Wi-Fi adeguatamente protette
  • Collegati a dispositivi mobili (pen-drive, hdd-esterno, etc) di cui conosci la provenienza (nuovi, già utilizzati, forniti dalla tua Amministrazione)
  • Effettua sempre il log-out dai servizi/portali utilizzati dopo che hai concluso la tua sessione lavorativa.

 

Fonte: www.agid.gov.it