Attività commerciali | Sicurezza Formazione ed Igiene nei luoghi di lavoro - Massa Carrara (Ms)
86
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-86,cookies-not-set,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
 

Attività commerciali

Descrizione dell’attività

Le attività del settore commerciale a seconda delle dimensioni e dei servizi prevedono i più svariati rischi

Principali rischi

PRINCIPALI RISCHI MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE
MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI: durante le attività di ricevimento, sistemazione, esposizione e organizzazione delle materie prime e dei prodotti i lavoratori movimentano il materiale più svariato. Movimenti , posture e comportamenti scorretti possono comportare lesioni muscolo scheletriche. Non si devono superare i limiti previsti dalla normativa. Vanno utilizzano mezzi meccanici per facilitare la movimentazione come carrelli o trans pallet. I lavoratori devono utilizzare i dispositivi di protezione individuale.
CADUTA A TERRA/SCIVOLAMENTO: nei negozi e nelle attività commerciali è possibile trovare pavimento bagnato o scivoloso e materiale/ostacoli che possono causare la caduta e/o lo scivolamento. I locali di magazzino e di vendita devono mantenersi puliti regolarmente e sgombri da ostacoli che potrebbero intralciare le normali condizioni di lavoro. Devono essere inoltre correttamente illuminati.
STRESS LAVORO-CORRELATO: L’attività commerciale prevede un costante contatto diretto col cliente. Orari e ritmi eccessivi, pause non programmate, turnazioni non adeguate e contatto con pubblico possono causare di disturbi di natura fisica, psicologica in grado di produrre effetti negativi sul rendimento e sulla produttività del personale. I turni, gli orari e i ritmi di lavoro devono essere programmati in modo adeguato. Pause, tempi di recupero e turnazioni devono essere adeguatamente monitorati.
CADUTA DALL’ALTO/DEL MATERIALE: durante le attività di ricezione delle merci e dello stoccaggio in magazzino potrebbe esserci una caduta di materiale. Le scaffalature devono essere stabilmente fissate. Si deve rispettare il peso massimo previsto per lo stoccaggio e il materiale deve essere stoccato correttamente