Industria | Sicurezza Formazione ed Igiene nei luoghi di lavoro - Massa Carrara (Ms)
96
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-96,cookies-not-set,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
 

Industria

Descrizione dell’attività

L’industria intesa come siti di grossa dimensione prevede numerose fasi di lavoro, appalti legati a manutenzione, movimentazione, costruzioni. Sono presenti macchinari, mezzi in movimento e attrezzature di grandi dimensioni.

Deve essere prevista una buona progettazione dei layout aziendali, delle zone di stoccaggio e deposito e della viabilità generale.

Richiedono inoltre una gestione complessa degli ingressi da parte di ditte esterne, delle qualifiche legate agli appalti e di cooperazione e coordinamento per la gestione delle eventuali interferenze.

Principali rischi

PRINCIPALI RISCHI MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE
RISCHIO CHIMICO: Possono essere presenti sostanze chimiche quali: oli, grassi, solventi, resine, stucchi, colle, o altre sostanze necessarie al processo produttivo. Deve essere valutata l’esposizione dei lavoratori e devono essere definite le modalità e procedure di utilizzo e stoccaggio delle sostanze e dei loro derivati.

Occorre ridurre al minimo l’utilizzo delle sostanze chimiche e mettere a disposizione dei lavoratori le schede di sicurezza.

RISCHIO MACCHINE E ATTREZZATURE: nell’industria e nei suoi diversi comparti i lavoratori sono esposti a rischio derivante dall’utilizzo di strumenti, attrezzature, impianti e macchine. Ogni settore ha macchinari e attrezzature specifiche ed è per questo che in ogni realtà lavorativa è fondamentale prendere in considerazione tutti i rischi meccanici presenti. Occorre utilizzare macchinari e le attrezzature sulla base dei libretti d’uso e manutenzione. Ogni attrezzatura deve riportare idonea marcatura CE o essere conforme alla normativa di sicurezza.E’ vietato lavorare con l’attrezzatura sprovvista di dispositivi di sicurezza e/o di ripari o di rimuovere gli stessi. Ogni macchinario deve essere munito di dispositivi di protezione per la sicurezza del lavoratore.

Ogni volta che si sospendono le operazioni, anche per brevi periodi, bisogna disattivare l’attrezzatura in modo che non possa essere attivata accidentalmente.

RUMORE: nei comparti industriali questo rischio deriva dall’utilizzo di macchinari ed attrezzature nei vari reparti. Le attività devono essere svolte in modo da ridurre al minimo l’esposizione al rumore degli addetti e delle zone circostanti. Per le macchine ed attrezzature di lavoro la scelta deve ricadere su strumenti che emettono il minor rumore possibile. I lavoratori devono utilizzare i dispositivi di protezione individuale come tappi/ inserti auricolari e cuffie.

E’ fondamentale gestire al meglio la turnazione e la durata dell’esposizione.

 

RISCHIO ELETTRICO: nei reparti sono presenti impianti elettrici complessi e con potenze elevate, spesso si ricorre a impianti temporanei per le operazioni di manutenzione o riparazione di impianti e macchinari. Gli impianti devono possedere i requisiti di conformità e idoneo impianto di messa a terra.

I lavoratori devono essere a conoscenza del luogo in cui è posizionato il quadro elettrico generale e gli interruttori di emergenza.

Va verificato periodicamente il buon funzionamento degli interruttori. Gli impianti e le attrezzature devono essere sottoposte a regolari controlli di manutenzione e devono essere presenti dispositivi tecnici per la sicurezza elettrica.

Le operazioni di manutenzione o riparazione devono essere eseguite solo da personale esperto e qualificato.

RISCHIO SCHIACCIAMENTO E INVESTIMENTO: nelle aree industriali si eseguono numerose operazioni di movimentazione e stoccaggio di materiali mediante l’utilizzo di svariati mezzi, tra cui: carrelli elevatori, autocarri, gru mobili o altri apparecchi di sollevamento. E’ necessaria una buona progettazione delle aree aziendali e un corretto stoccaggio dei materiali. Gli spazi devono prevedere le distanze minime previste da normativa e vie di fuga conformi.

I mezzi e le macchine devono essere soggette a controlli regolari di manutenzione. I mezzi in movimento devono essere dotate di sistemi acustici e visivi di segnalazione.

I mezzi devono muoversi a passo d’uomo rispettando la segnaletica di sicurezza e i percorsi stabiliti.